domenica 6 dicembre 2009

Progetto #11: card di Natale embossata

Ciao ragazze,
approfitterò di questo ponte per portarmi avanti con le cards di Natale, per poterle spedire in anticipo (almeno questa volta!). Come vi ho già detto in questo post, l'anno scorso mi ha salvata Kristina Werner, se non avessi visto i suoi video avrei continuato a fare delle schifezze al posto delle cards!
Il problema è solo che lei è americana e chi non capisce l'inglese parlato fa fatica a capire le spiegazioni... io all'inizio capivo pochissimo, posso dire che l'inglese ho imparato a capirlo a forza di vedere i suoi video!
Non sono riuscita a girare un video per voi (prossimamente ne farò uno parlato per spiegare bene i passaggi) ma ho fotografato tutti gli step della realizzazione di questa card natalizia.

Ho cominciato timbrando l'immagine principale, cioè un Babbino Natale. Ho usato lo Staz-on nero, che è indelebile, perchè dopo ho acquerellato l'immagine. Se avessi timbrato con un normale tampone a base d'acqua, i contorni del Babbo Natale si sarebbero "sciolti" creando un bel pasticcio! Per maggiori informazioni sui tamponi e sul loro uso, cliccate qui.



Il cartoncino che ho usato è liscio 300 gr., ma per questo tipo di lavori è meglio usare la carta per acquerello, ruvida e spessa (ok non ho il coraggio di togliere il cellophane ai miei album di carta per acquerello... ma prima o poi ce la farò!)

*Solo per chi si avvicina al cardmaking e non l'ha mai fatto prima: per dosare meglio l'inchiostro sul timbro è meglio inchiostrarlo "al contrario" cioè tenendo il timbro sotto a faccia in su, e il tampone sopra *




Ecco l'immagine timbrata:




Io all'inizio non sapevo come pulire i timbri dallo Staz-on, non basta la normale salviettina umidificata o lavarli con acqua e sapone. Ho trovato in commercio il liquido apposito, lo Staz-on cleaner (per conoscere altri metodi, cliccate qui).




Poi per togliere bene i residui di prodotto e l'untuosità, passo comunque una salviettina (anche sulla spugnetta dello Staz-on cleaner, che inevitabilmente si sporca).




Per colorare l'immagine ho usato i pastelli acquarellabili (ricordate il nostro primo Let's make cards? Vi elencavo alcuni metodi per colorare le immagini timbrate).




Dopo aver colorato l'immagine ho "sciolto" il colore passando un pennello intinto nell'acqua (ho usato la penna ad acqua che è molto comoda!).




Ed ecco come è venuta l'immagine:




Se temete di uscire dai bordi colorando (come è successo a me, OVVIAMENTE!!!!!!), potete timbrare l'immagine con un normale tampone a base d'acqua nero ed embossare con polvere clear.
Parlerò tra poco della tecnica dell'embossing (rilievo) a caldo.

Ho deciso di ritagliare un riquadro con la mia immagine dentro e di mattarlo, cioè creare un bordino che faccia risaltare l'immagine. L'ho incollata sopra a della carta rossa lasciando un margine e poi ho rifilato con il bisturi.





Ed ecco come viene l'immagine principale della mia card:




Solitamente mi piace creare delle ombre nelle mie immagine timbrate e colorare... stavolta non sono venute, pazienza.

A questo punto mi sono detta: ok, e adesso?
Quindi mi sono disegnata alcuni sketch, tutti orribili tranne l'ultimo, che ho deciso di usare:





Ho preso del cartoncino rosso, l'ho piegato a metà e ho subito arrotondato gli angoli. Con il Round it All della Zutter posso arrotondare gli angoli davanti e dietro in una sola mossa, perchè è studiato apposta per arrotondare materiali spessi quindi più strati di carta, chipboard, sughero, ecc...




A questo punto ho preso ad occhio le misure e ho tirato una linea a matita sul fronte della card, perchè volevo sì creare uno sfondo timbrato, ma avevo necessità di creare due porzioni separate per realizzare due sfondi distinti... tra poco vedrete.




Questi sono i timbri clear che ho utilizzato, sono della Hero Arts.





Per prima cosa ho utilizzato il Versamark (tampone trasparente per embossing) e polvere embossing clear, cioè trasparente, per timbrare la prima parte dello sfondo. Ho timbrato più volte i fiocchi di neve.




Dopo aver versato la polvere clear, ho tolto quella in eccesso recuperandola con un foglio di carta e rimettendola nel barattolo, poi ho acceso la heat gun (l'embosser) e ho scaldato (per maggiori informazioni sul procedimento, cliccate qui).





Ecco, questo è l'effetto della polvere clear!




Questo invece è l'effetto ottenuto con la polvere per embossing PUFF, che ho usato per la rimanente parte della card:





Poi ho creato un piccolo bordino scallop usando un border punch della Fiskars e una pagina di vecchio libro (vanno bene anche delle forbici sagomate, quelle "Scallop" sono le più carine secondo me).





Usare i border punch è facilissimo, per creare una striscia lunga si devono usare i disegni stampati come guida:




Ho incollato il bordino scallop in modo da dividere le due sezioni della card, e poi ho scelto un nastro con un bel colore, un verde natalizio:




Ho fatto un fiocchetto, per sapere come ho fatto potete vedere questi due video: fiocchetto e nodino, entrambi di Kristina Werner.
Una volta ho visto Kristina Werner che usava una specie di piastra per nastri, cioè come una piastra per capelli ma piccola, fatta apposta per stirare i nastri. Ho pensato: "Ehi, quella cosa è inutile!"
...
Diciamo che è inutile se si tengono ben ordinati i nastri e non si tengono tutti sparpagliati in una borsina di plastica... i miei nastri per cardmaking sono tutti arricciatissimi e mi servirebbe una piccola piastra per stirarli! Ho fatto veramente fatica a fare il fiocchetto perchè il nastro era tutto arricciato e andava dove voleva lui...
Faccio prima a metterli a posto tutti... prima o poi lo farò!


La card a questo punto è quasi finita!




Ho attaccato l'immagine del Babbino con il biadesivo spessorato:





Questi biadesivi spessorati già tagliati sono favolosi! Prima compravo il nastro tipo scotch e ogni volta per tagliarli una tragedia, ho rovinato due paia di forbici perchè la colla si attaccava tutta! E dopo pochi mesi, i rotolini di biadesivo spessorato che tenevo al riparo in un contenitore si sono, come dire, staccati, la colla ha perso aderenza e non si attaccava più!





Ed ecco la card finita! Spero che vi piaccia!!!!




Per una semplice card ho scritto un post con 25 foto... la prossima volta magari faccio davvero un video (sperando di averne il tempo!)

ciao

12 commenti:

Tiziana ha detto...

Ma che bel tutorial! Spiegato benissimo e con foto esplicative.
Grazie e complimenti per il blog.
Tiziana

Pamela ha detto...

Carinissima e ben spiegata!
Ciao ciao, Pamela

Lisanna ha detto...

molto molto carina!!! te la scopiazzerò

Chiara ha detto...

carinissima!! grazie della siegazione ;)

PaolaEtta ha detto...

mi fanno morire i tuoi tutorial pieni di commentini di ogni genere: utili e divertenti!

michellescrap ha detto...

la 'solita' fantastica ed insostituibile Illy .... :-))

Gloria (gloxy) ha detto...

illy è bellissima questa card! e le foto non sono tantissime.. almeno spieghi cosa fai e come.. tra l'altro pensavo di esser l'unica ad aver quel problema con i rotolini di biadesivo!! un bacione, glo

Simona ha detto...

Che bella!!! A me piace molto il bordino scallop!

minami77 ha detto...

io la trovo davvero bellissima e le tue spiegazioni sono state chiare e semplici, grazie mille!
(io adoro i video scrap, quindi aspetto il tuo!!! ;))

Digi Free ha detto...

Thank you! Your blog post will be advertised on the DigiFree Tutorials search engine today (look for timestamp: 19 Dec [LA 02:29pm, NY 05:29pm, UK 10:29pm] - 20 Dec [OZ 09:29am]).

bombamagagna ha detto...

ehi, ma è bella da paura :D

Erika ha detto...

Arrivo in ritardo, ma volevo comunque lasciarti il mio apprezzamento e il ringraziamento per questo dettagliato tutorial. Sei bravissima, mi fa piacere averti incontrata! :)

Erika